.
Annunci online

  jonaspolidoro freedom, rigurgito antifascista, hasta siempre
 
Diario
 




Ma come è bello dormire...


...dopo una bella mangiata...




PER CONTATTI


E-MAIL
johnnyrock@freemail.it

MSN
jonasguitar@virgilio.it




ECCO CHI SONO I NOSTRI PARLAMENTARI:
Silvio Berlusconi
(per maggiori informazioni cliccare qui)
Massimo Maria Berruti (deputato FI):
8 mesi definitivi per favoreggiamento nel processo tangenti Guardia di Finanza.
Alfredo Biondi (deputato FI):
2 mesi patteggiati per evasione fiscale a Genova. La sentenza di condanna a suo tempo resa dal tribunale di Genova nei confronti di Alfredo Biondi è stata revocata in data 28 settembre 2001 per intervenuta abrograzione del reato.
Vito Bonsignore (eurodeputato Udc):
2 anni definitivi per tentata corruzione appalto ospedale Asti.
Umberto Bossi (eurodeputato e segretario Lega Nord):
8 mesi definitivi per tangente Enimont.
Giampiero Cantoni (senatore FI):
Come ex presidente della Bnl in quota Psi, inquisito e arrestato per corruzione, bancarotta
fraudolenta e altri reati, ha patteggiato pene per circa 2 anni e risarcito 800 milioni.
Enzo Carra (deputato Margherita):
1 anno e 4 mesi definitivi per false dichiarazioni al pm su tangente Enimont.
Paolo Cirino Pomicino (eurodeputato Udeur):
1 anno e 8 mesi definitivi per finanziamento illecito tangente Enimont, 2 mesi patteggiati per
corruzione per fondi neri Eni.
Marcello Dell’Utri (senatore FI e membro del Consiglio d’Europa):
condannato definitivamente a 2 anni per frode fiscale e false fatturazioni a Torino (false fatture
Publitalia); ha patteggiato 6 mesi a Milano per altre vicende di false fatture Publitalia.
Antonio Del Pennino (senatore FI):
2 mesi e 20 giorni patteggiati per finanziamento illecito Enimont; 1 anno 8 mesi e 20 giorni
patteggiati per i finanziamenti illeciti della metropolitana milanese.
Gianni De Michelis (eurodeputato Socialisti Uniti per l'Europa):
1 anno e 6 mesi patteggiati a Milano per corruzione per le tangenti autostradali del Veneto; 6
mesi patteggiati per finanziamento illecito Enimont.
Walter De Rigo (senatore FI):
1 anno e 4 mesi patteggiati per truffa ai danni del ministero del Lavoro e della Cee per 474
milioni di lire in cambio di falsi corsi di qualificazione professionale per la sua azienda.
Gianstefano Frigerio (deputato FI):
condannato a Milano a oltre 6 anni di reclusione definitivi per le tangenti delle discariche (3
anni e 9 mesi, corruzione) e per altri due scandali di Tangentopoli (2 anni e 11 mesi per
concussione, corruzione, ricettazione e finanziamento illecito).
Giorgio Galvagno (deputato FI):
ex sindaco socialista di Asti, nel ’96 ha patteggiato 6 mesi e 26 giorni di carcere per
inquinamento delle falde acquifere, abuso e omissione di atti ufficio, falso ideologico, delitti
colposi contro la salute pubblica (per l’inquinamento delle falde acquifere) e omessa denuncia
dei responsabili della Tangentopoli astigiana nello scandalo della discarica di Vallemanina e
Valleandona (smaltimento fuorilegge di rifiuti tossici e nocivi in cambio di tangenti).
Lino Jannuzzi (senatore FI):
condannato definitivamente a 2 anni e 4 mesi per diffamazioni varie, è stato graziato dal capo
dello Stato proprio mentre stava per finire in carcere.
Giorgio La Malfa (deputato Pri, ministro Politiche comunitarie):
condanna definitiva a 6 mesi e 20 giorni per finanziamento illecito Enimont.
Roberto Maroni (deputato Lega Nord e ministro Lavoro):
condannato definitivamente a 4 mesi e 20 giorni per resistenza a pubblico ufficiale durante la
perquisizione della polizia nella sede di via Bellerio a Milano.
Augusto Rollandin (senatore Union Valdôtaine-Ds):
ex presidente della giunta regionale Valle d’Aosta è stato condannato in via definitiva dalla
Cassazione nel ’94 a 16 mesi di reclusione, 2 milioni di multa e risarcimento dei danni alla
Regione per abuso d’ufficio: favorí una ditta “amica” nell’appalto per la costruzione del
compattatore di rifiuti di Brissogne. Dichiarato decaduto dalla Corte d’appello di Torino, in
quanto “ineleggibile”, nel 2001 si candida al senato con l’Union Valdotaine, i Ds e i
Democratici.
Vittorio Sgarbi (deputato FI):
6 mesi definitivi per truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato, cioè del ministero dei
Beni culturali.
Rocco Salini (gruppo misto)
condannato in Cassazione a un anno e 4 mesi per falso ideologico.
Calogero Sodano (senatore Udc):
già sindaco di Agrigento, condannato definitivamente a 1 anno e 6 mesi per abuso d’ufficio
finalizzato a favorire i costruttori abusivi in cambio di favori elettorali.
Egidio Sterpa (deputato FI):
condannato a 6 mesi definitivi per tangente Enimont.
Antonio Tomassini (senatore FI):
Medico chirurgo, condannato in via definitiva dalla Cassazione a 3 anni per falso.
Vincenzo Visco (deputato Ds):
Condannato definitivamente dalla Cassazione nel 2001 per abusivismo edilizio, per via di alcuni
ampliamenti illeciti nella sua casa a Pantelleria: 10 giorni di arresto e 20 milioni di ammenda.
Piú l’“ordine di riduzione in pristino dei luoghi”. Cioè la demolizione delle opere abusive.
Alfredo Vito (deputato FI):
2 anni patteggiati e 5 miliardi restituiti per 22 episodi di corruzione a Napoli.





24 giugno 2007

Pistoia blues festival 2007

C'E' PER CASO QUALCUNO INTERESSATO AD ANDARE AL PISTOIA BLUES FESTIVAL DAL 13 AL 15 LUGLIO? I MUSICISTI SONO QUESTI

ANDY J. FOREST
DANNY BRYANT'S RED EYE BAND
ELIZABETH LEE
ERIC SARDINAS
ERIC STECKEL
GREGG ALLMAN
JEFF BECK
JOHN MAYALL
JOE BONAMASSA
JOE COCKER
PATTI SMITH
SANDRA HALL
STEVE VAI
THE FABULOUS THUNDERBIRDS
WASHBOARD CHAZ
W.I.N.D.
www.pistoiablues.com




permalink | inviato da jonaspolidoro il 24/6/2007 alle 17:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


15 giugno 2007

PAGELLE DELL'ANNO

Ovviamente c'è chi ha contribuito più di altri a questa promozione, c'è chi ha deluso le aspettative per vari motivi ma tutti sono andati in campo almeno una volta e almeno una volta sono stati decisivi (vedi lo straordinario Gianello contro i "simpatici" veronesi).  Come me credo che la pensino anche gli altri tifosi napoletani. Sono sicuro che non dimenticheranno facilmente i nomi di questi calciatori che ci hanno riportato in serie A dopo una cavalcata lunga 42 partite, soprattutto alla luce dell'accoglienza che è stata loro riservata squadra all'aeroporto di Capodichino domenica sera: cori per tutti, senza distinzioni, anche per i due acquisti che hanno deluso maggiormente (Bucchi e De Zerbi).


IEZZO    9: strepitoso, spesso è stato l'uomo-partita con le sue parate decisive. Una stagione perfetta con un solo infortunio, quello di Mantova, per il resto...abbiamo già un portiere da A!

GRAVA  7,5 : ottima la sua prima metà di campionato, uno stantuffo sulla fascia destra, ottimo anche in copertura. Attraversa poi una fase calante, o meglio, diminuisce la freschezza atletica e mentale che lo aveva contraddistinto nei primi mesi. Tuttavia riesce a conservare un posto da titolare fino all'ultima gara.

CANNAVARO P.   8,5 : il perno e leader della migliore difesa di questo campionato (1 gol meno della Juve!). Il suo fisico gli permette di alternare salvataggi acrobatici ad improvvise e rapide ripartenze palla al piede, come i liberi di una volta! Pericoloso anche in fase d'attacco col suo gioco aereo, realizza due importanti reti: la prima a La Spezia, la seconda a Trieste.

DOMIZZI               8,5 :  che coppia che forma con Cannavaro junior! Un combattente nato! Spero sinceramente che il Napoli faccia di tutto per trattenere IL MURO DEL PIANTO. Può avere un ottimo rendimento sia come centrale difensivo che come laterale sinistro, ottimo piede sinistro, preciso nei lanci lunghi, nei cross e nelle "legnate" da lunga distanza. Pericoloso anche nell'area di rigore avversaria, anche Domizzi è presente nella classifica marcatori con due reti pesantissime:la prima a Bologna, la seconda a Verona (tiè)

SAVINI                   7,5 :  uno dei giocatori che ho odiato di più, soprattutto ad inizio campionato. Le sue prestazioni non proprio eccellenti convincono Marino ad acquistare Rullo (altro terzino sinistro). Da quel momento, come per magìa, le prestazioni di Savini migliorano vistosamente, finalmente riesce ad "azzeccare" qualche cross e si propone in avanti con più convinzione e determinazione. Bravo Savini!

MALDONADO         7 : rendimento altalenante il suo, probabilmente anche a causa del suo carattere a dir poco difficile che oltre a provocargli qualche espulsione contribuisce al deterioramento del rapporto con mister Reja. Una testa calda, ma tutto sommato un buon difensore. (importante il suo gol a Bologna)

GATTI                       7 :  strana storia la sua, non trova spazio in C e mr.Reja lo manda a giocare Cremona. Appena approdati in B Reja se lo ritrova tra i piedi, non lo fa giocare, lo manda spesso in tribuna, fino a quando (mi sembra in Napoli-Brescia) viene gettato improvvisamente nella mischia...e se la cava molto bene "soldino" Gatti, da un pò più di verve alla manovra lenta e prevedibile del Napoli rendendosi allo stesso tempo molto utile in fase di contenimento. Inesauribile!

MONTERVINO        7,5
:  anche la sua è una storia a lieto fine. "wanted" Montervino comincia il campionato da titolare inamovibile con i gradi di capitano, fino a che Reja comincia porsi dei dubbi sul fatto che Montervino fosse in grado di affrontare un campionato di serie B! Viene messo in disparte per buona parte del campionato e la fascia di capitano va a Iezzo. D'accordo, sarà anche grezzo come calciatore ma il fatto che lo sprint finale decisivo del Napoli abbia visto il ritorno in campo di Montervino sarà solo un caso?? Secondo me...no! ll contributo c'è stato, eccome, ed è sempre lo stesso di sempre: cuore, corsa e grinta! Grazie capitano!

BOGLIACINO          9 :  come l'anno scorso: comincia in sordina, convince poco, anzi, per nulla. Reja lo prova in quasi tutte le posizioni del campo (un vero e proprio Kamasutra!), ma niente fa fare! Poi decide di svegliarsi, intorno alla decima di campionato, comincia a segnare (6 gol, non male per un centrocampista) gol importantissimi (Juve, La Spezia) e chiude il campionato in  costante crescendo con una serie di prestazioni impressionanti per continuità, qualità e anche quantità (quello che veniva considerato il suo punto debole). Dopo le forti pressioni della Lazio finalmente Marino si è deciso a rinnovargli il contratto. E’ lui il primo acquisto dell’anno.

 
SOSA                          9  :  entra a venti minuti dalla fine e risolve le partite nel 90 per cento dei casi. Che voto gli si può dare ad un giocatore così? Per metà campionato Reja non gli dà spazio, i tanti “allenatori-tifosi” di Napoli manco lo consideravano più un calciatore. Dicevano che poteva giocare massimo 20 minuti! E invece… durante Napoli – Piacenza, si era ancora a reti inviolate, Reja decide di mandare in Bucchi in campo a pochi minuti dalla fine, ma…nella lista dei giocatori consegnata all’arbitro c’era stato un errore e tra i panchinari figurava Sosa e non Bucchi, quindi deve entrare il Pampa! E che fa il Pampa? Te la mette dentro! Da allora piano piano comincia finalmente ad ottenere sempre più spazio fino a diventare titolare quasi inamovibile per il resto del campionato, in cui riuscirà a ripagare la fiducia di tifosi e allenatore a suon di gol e assist pesantissimi (come a Frosinone). Chiude con 6 reti messe a segno.

 

CALAIO’                     9  :  “Goldrake”, per lui 14 gol quest’anno, 9 di sinistro e 5 di testa, quasi tutti belli, soprattutto quelli di testa (quello contro il Lecce lo rivedrei mille volte!), tutti importantissimi. Questo Napoli che non produce tantissime occasioni da rete di certo non l’aiuta, spesso si è ritrovato a giocare ben lontano dalla porta, soprattutto quando aveva al suo fianco una prima punta statica come Sosa, ma altrettanto spesso è risultato micidiale nelle poche occasioni che gli capitavano. Due sole macchie per lui: le 3 espulsioni (un po’ troppe per un attaccante) e il rigore fallito contro il Modena nella terzultima di campionato che poteva costare parecchio.

 

 

GIANELLO                 8   :  non è facile fare il secondo portiere (di Iezzo!), chi poi non ha tremato all’infortunio di Iezzo contro l’Albinoleffe? Tant’è che il nostro Gianello (o “Giannella” come lo chiama Savoldi), nella sua Verona sfodera 3-4 interventi da applausi che consentono al Napoli di portare a casa quei 3 punti quasi decisivi. Parate che valgono oro! Sempre pronto!!

 

GARICS                        7   :  l’abbiamo visto in azione la prima volta contro l’Albinoleffe, e penso che molti abbiano provato tenerezza per questo ventenne austriaco dall’inenarrabile goffaggine. Accantonato per il resto del campionato, Garics viene rispolverato nell’ultima parte di campionato e stupisce tutti giocando con una sicurezza e personalità di un veterano, deciso in difesa e propositivo in attacco. Promettente.

 

RULLO                         6   :  ed ora alzi la mano chi non è stato colto di sorpresa dall’unico acquisto di Marino nel mercato di riparazione? Ha giocato poco, pochissimo, dopo un deludente debutto contro il Genoa. Tornerà, tuttavia, utile nelle ultime e ravvicinate partite per far rifiatare un po’ il sempre presente Savini.   

 

GIUBILATO               6,5  :  anche lui ha giocato pochissimo, ma col suo fisico da corazziere è stato sempre utile alla causa, soprattutto quando c’era da difendersi dagli assalti finali degli avversari.

 

AMODIO                      6,5  :   ha giocato poco da titolare, spesso è entrato a partita in corso, comunque sempre pronto a dare il suo contributo di muscoli e polmoni, dotato di una forza fisica impressionante. Un trattore!

 

DALLA BONA             7,5  :   i “biondini” alla Ambrosini non mi sono mai piaciuti. Il gol realizzato alla prima contro il Treviso mi fa quasi ricredere sul suo conto, ma non riesce mai a convincere del tutto alterna prestazioni sufficienti ad alcune inguardabili. Anche “Lady Oscar”, però, riesce ad essere decisivo come a Verona (1 gol e 2 assist). Speriamo che la serie A lo galvanizzi di più, siamo fiduciosi.

 

TROTTA                        7,5  :  uno dei giocatori più decisivi della stagione, soprattutto considerando le poche opportunità che ha avuto con 2 gol (meraviglioso quello contro il Frosinone, non lo dimenticherò facilmente, uno dei più belli che abbia mai segnato un giocatore del Napoli) e alcuni assist al bacio (contro la Juve in casa).

 

PIA’                                 6,5   :   molto deludente “Diabolik”, poche chance e sfruttate male. Da ricordare solo lo stupendo gol contro il Treviso, l’assist per Sosa a Frosinone e quel gol a Brescia di dubbia paternità.

 

DE ZERBI                         6    :   probabilmente va a lui la “palma” del più deludente. Combina davvero poco, ci si aspettava molto di più, provato sia come mezzapunta che come seconda punta non riesce ad esprimersi tranne che in rari casi (a Lecce, a Trieste e contro il Rimini con un gol).

 

BUCCHI                           6,5   :  8 gol li ha fatti, sono nulla rispetto ai 29 siglati col Modena l’anno precedente ma è stato sicuramente penalizzato dal gioco poco spumeggiante del Napoli.                  

 

 

CUPI                                 S.V.   : mai sceso in campo.

 

CAPPARELLA                 S.V :  più tribuna che panchina per lui.

 

VITALE                             S.V. :  una manciata di minuti contro il Bari poi nulla più. L’anno scorso fece intravedere buone cose sulla fascia sinistra, bisognerebbe fargli fare esperienza in una squadra dove potrebbe giocare titolare.

 

 

REJA                                     9   :  è fin troppo semplice: siamo in serie A, non gli si può dire più niente. Ero tra quelli che l’avrebbero calciato a calci in culo fino a due mesi fa…fortunatamente non sono il direttore sportivo del Napoli! Col passare del tempo è finalmente riuscito a  dare una certa fisionomia alla squadra, troppo disorientata in precedenza dai continui cambi di modulo e di giocatori. Se la squadra non è mai crollata psicologicamente dopo alcuni brevi momenti negativi è anche merito suo.




permalink | inviato da jonaspolidoro il 15/6/2007 alle 1:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (22) | Versione per la stampa


13 giugno 2007

6 ANNI DOPO


Finalmente, è fatta! Neanche ce la ricordavamo più questa serie A! Alla faccia delle "ciucciuvettole" (e quante ce ne sono!), alla faccia dei veronesi, alla faccia di quegli Ultras che tutto fanno tranne che andare allo stadio per assistere ad una partita di calcio (vedi napoli-frosinone), alla faccia di chi ha inventato e sostenuto questa regola del cazzo dei play-off, alla faccia di chi ha mandato la Juve in B a romperci le scatole (non potevano mandarla in A con una forte penalizzazione?)...
Il Napoli chiude al secondo posto, (non usufruendo della regola che consente alla terza di evitare i play-off con 10 punti di vantaggio sulla quarta), imbattuto in casa (da quasi 3 anni ormai), miglior difesa del campionato (meglio della Juve), con sole 5 sconfitte al passivo, ottimo rendimento fuori casa con 9 vittorie su campi difficili come verona e brescia (senza tifosi al seguito) e bologna, forsinone, ecc. Chiude in bellezza con un'ottima prestazione (probabilmente la migliore dell'anno) a Genova, nella partita più difficilie e delicata dell'anno. Dopo un campionato con tanti risultati e poco spettacolo il Napoli sfodera un primo tempo quasi perfetto, con 2 nitidissime occasioni da gol, e con una ripresa altrettanto impeccabile, tranne che per alcune occasioni concesse all'imprendibile Leon. Domenica abbiamo assistito a cose (quasi) mai viste finora: triangolazioni, inserimenti dei terzini e dei centrocampisti, ripartenze veloci e insidiose...un'ottima squadra per lunghi tratti anche bella a vedersi, grazie ai doppi passi e ai colpi di tacco di Bogliacino (proprio oggi ha prolungato il suo contratto, bene così), alle fughe di Montervino a tratti incontenibile (pallonetti e sombreri a volontà!), spettacolare poi la fuga di Cannavaro Jr.  che parte dalla sua area palla al piede fino ad arrivare all'area avversaria con una falcata impressionante. Ottime le intese tra Bogliacino e Savini sulla sinistra e Sosa-Calaiò in avanti. Insomma non poteva finire meglio questo campionato!
Adesso facciamo anche un pò di pagelle, dài....

Iezzo   6,5 :  dopo un primo tempo relativamente tranquillo si fa trovare pronto in un paio di occasioni nella ripresa, soprattutto sulle bordate di Leon.

Grava   6  :   un pò sottotono, come spesso gli è successo in quest'ultima parte di campionato. Soffre anche la posizione da centrale difensivo che non gli si addice molto.

Cannavaro  7 : impeccabile, gli sfugge solo il velocissimo Leon nella ripresa. Da rivedere quella cavalcata del primo tempo!

Domizzi        7 : una roccia! E che grinta! Assieme al compagno di reparto annulla le punte genoane. IL MURO DEL PIANTO!

Savini          7 : forse la migliore partita da quando è al Napoli, attacca molto (soprattutto nel primo tempo) e difende con la solita grinta, insomma fa il terzino!

Garics       6,5 : e chi se l'aspettava tutta questa personalità da questo giovane sconosciuto terzino destro austriaco, acquistato a gennaio soprattutto in prospettiva futura.  Ha giocato  le ultime partite con intelligenza e sicurezza da veterano.

Gatti            6  : un pò lento, perde palloni che di solito riesce a capitalizzare al meglio., ma era appena reduce da un infortunio.

Montervino   7 : che partita! Quantità e qualità, nel primotempo taglia letteralmente a fette la trequarti genoana con i suoi inserimenti, con e senza palla. E bravo Capitano!

Bogliacino    7 : gioca la sua seconda partita dopo un brutto infortunio che lo ha tenuto fuori causa per un mese...e che partita! Imprendibile nel primo tempo, dialoga alla grande con Savini sulla sinistra creando scompiglio nella difesa genoana. Nella ripresa arretra la posizione come quasi tutti i suoi compagni, si fa notare soprattutto per un bolide al volo neutralizzato dall'ottimo Rubinho.
Da applausi!

Calaiò           6 : buona partita, inizialmente soffre molto la marcatura di Masiello ma poi si fa vedere con alcuni duetti interessanti col Pampa, e con un sinistro che sfiora l'incrocio alla destra di Rubinho. Nel secondo tempo lascia il posto, stanchissimo, a Pià.

Sosa             7 : come al solito è lui l'uomo più pericoloso del Napoli :traversa su ottimo suggerimento di Calaiò nel primo tempo, sponda per Il sinistro di Calaiò di poco a lato e nella ripresa un'altra inzuccata stavolta respinta da Rubinho. Per il resto tanti muscoli e tanto cuore, come al solito, GRANDE PAMPA!!

Reja             8 : azzecca la formazione giusta, anzi, perfetta. Arretra Grava al posto di Maldonado, conferma l'ottimo Garics a destra, reinserisce Gatti e dà ancora fiducia alla coppia d'attacco Sosa-Calaiò, e soprattutto sguinzaglia 11 LEONI!!





permalink | inviato da jonaspolidoro il 13/6/2007 alle 0:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

sfoglia     aprile       
 

 rubriche

Diario
ATTUALITA'
MUSICA
RACCONTI
LEZIONI DI VITA
STORIE, IMMAGINI, ODORI E SAPORI DI NAPOLI
INDIANI D'AMERICA
LIBERTA'
LA GALLERIA DEI MOSTRI
UN UOMO, UN MITO
NOTIZIE SIMPATICHE

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

misteriditalia
multinazionali da boicottare
S.S.C.NAPOLI
ilvernacoliere
allmusic
mymovies
liberazione
daniele luttazzi
beppe grillo
camorraecamorristi
gianni minà
marcorossidoria
il richiamo

Blog letto 79247 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom